Le primarie delle ideeIl mese scorso, con Fratelli d’Italia, abbiamo organizzato le “Primarie delle Idee” raccogliendo in piazza e sul web i pareri dei nostri concittadini.

Il problema della viabilità è indiscutibilmente quello tra i più sentiti e sicuramente “buche” è un termine che fa molto parlare.

Non voglio soffermarmi su chi abbia speso più o meno nel susseguirsi delle amministrazioni.

Vorrei capire se stiamo spendendo bene i nostri soldi.

Osservando le squadre che riparano le numerosissime e pericolose voragini nel manto stradale mi chiedo ogni volta :

Stanno usando il metodo migliore ? E nello specifico :

  1. E’ il più veloce ?
  2. E’ il più sicuro ?
  3. E’ il più economico ?
  4. E’ il più duraturo ?
  5. Esiste un metodo alternativo ?
  6. Altrove come fanno ?
  7. Stanno riparando la buca più urgente ?

Penso che ogni buon amministratore debba costantemente e continuamente fare a se ed ai propri collaboratori tutte queste domande. Solo trovando il miglior compromesso e cercando continuamente di migliorare ogni risposta possa infine dire di aver svolto compiutamente il proprio dovere rispettando il mandato concesso dalla cittadinanza che lo ha eletto !

Buche

Attualmente vedo due tipi di interventi sulle nostre strade (cittadine ma non solo) :

  • Riparazione estemporanea delle buche con asfalto a freddo
  • Rifacimento del tappeto d’usura dei tratti di strada più disastrati

Non sono un esperto in materia e lungi da me avere la soluzione in tasca… Cerco solo di fare un ragionamento di senso compiuto dettato dalla “diligenza del buon padre di famiglia”.

E quindi provo a dare delle risposte :

  1. E’ il più veloce ? Vedo squadre di tre persone che con sacchetti di asfalto a freddo tamponano le buche più profonde lasciando alle auto in transito il compito di pressare il bitume. Sicuramente è un metodo veloce che necessità di poco tempo e di attrezzatura limitata (un paio di badili)
  2. E’ il più sicuro ? La buca viene riempita, gli angoli vengono coperti e si riduce notevolmente il pericolo di danni e incidenti
  3. E’ il più economico ? A questa domanda non so rispondere perché non sono un esperto… da quello che leggo girovagando in internet, il costo del materiale per “asfalto a freddo” è il più economico
  4. E’ il più duraturo ? No ! Anzi è chiaramente descritto in molti siti specializzati che sia “meno resistente rispetto a quello a caldo e perciò adatto a piccoli lavori come il vialetto di casa o il riempimento di una buca ma in zone non troppo transitate perché la durata può essere davvero molto limitata.”
  5. Esiste un metodo alternativo ? Metodi alternativi ne esistono dei più disparati. Dalle macchine automatiche che rimuovono il materiale rovinato, puliscono accuratamente e riscaldano il terreno e poi “sparano” il nuovo bitume caldo.
  6. Altrove come fanno ? Sul Web è facile trovare video di come andrebbe riparata una buca a regola d’arte. La cosa fondamentale è la preparazione accurata, l’asfaltatura a caldo e l’immediata “battitura” per compattare l’asfalto al terreno evitando che al primo passaggio di autovetture si formi immediatamente una nuova buca.
  7. Stanno riparando la buca più urgente ? Qui cerco di dare un contributo che deriva dalla mia professione di informatico. Come viene stabilita una priorità ? Abbiamo squadre che girano e quando incontrano una buca la tappano oppure esiste una pianificazione accurata basata sulle segnalazioni dei cittadini ? I cittadini hanno una modalità di segnalazione ?

La mia idea di amministrazione parte al contrario : dotare il cittadino di un sistema amichevole di segnalazione delle problematiche, un sistema che in tempo reale allerti il settore competente in maniera crescente dal numero di segnalazione (georeferenziata) che provengono dalla stessa area. Un sistema che avvisi il cittadino che qualcuno ha preso in carico la segnalazione e che avvisi quando la riparazione è avvenuta, chiedendo anche un parere sulla tempistica e sull’esito.

Non penso di parlare di fantascienza… si tratta di un sistema informatico comunemente chiamato CRM che, utilizzabile da uno smartphone, rappresenta una filiera informativa, documentale e relazionale che a mio avviso possa migliorare la gestione di molti aspetti della vita cittadina, potendo monitorare anche i tempi di gestione e costruendo nel tempo le aziende che meglio lavorano sul territorio creandone aspetto preferenziale di scelta nei futuri lavori !

Per quanto riguarda il rifacimento totale delle strade penso sia assurdo lavorare in questo modo, con rifacimento prima delle elezioni di alcune toppe !! Personalmente e provocatoriamente PROIBIREI i lavori nei tre mesi antecedenti a qualsiasi elezione !!

Per le strade, che hanno durata statisticamente definita, è necessario stabilire un calendario costante di manutenzione. Penso sia la cosa più facilmente organizzabile e quantificabile che esiste !

E tu… che ne pensi ?

 


1 commento

Emanuela · 14 Maggio 2018 alle 10:36

Secondo me stanno usando un metodo più veloce e economico…ci sono altri modi come rimuovere asfalto vecchio e riasfaltare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.