Viterbo - La baraccopoli

Viterbo – La baraccopoli

Viterbo - La baraccopoli

Viterbo – La baraccopoli

Viterbo - La baraccopoli

Viterbo – La baraccopoli

Viterbo – Riceviamo e pubblichiamo – Finalmente anche Viterbo ha la sua fantastica baraccopoli.

Dopo decenni di isolamento sono lieto di annunciare che la nostra splendida città entra a far parte della futuristica civiltà globale. Più aperta, liberale, solidale, multietnica. Finalmente riusciremo a capire da vicino la vera “avanguardia del futuro”.

A due passi dalle mura cittadine, proprio accanto a porta Faul, cresce giorno per giorno un meraviglioso campo di baracche. Da circa un mese osservo con meraviglia questo prodigio di solidarietà che la nostra piccola città con tanta discrezione si fregia di poter ospitare e accudire.

Ora non abbiamo veramente più nulla da invidiare a Roma e alle altre capitali europee.

Ovviamente non sono impazzito o forse si. Spero possiate perdonarmi per questa introduzione colorita con cui ho voluto rendere l’idea di dove questa nazione stia andando a finire.

Nutro una forte preoccupazione per la mia città che, sempre descritta come “tranquilla cittadina di provincia”, si sta velocemente evolvendo solo per gli aspetti più negativi.

Una baraccopoli che per ora conta una decina di baracche di legno e plastica che spero sia presa immediatamente sotto l’attenzione delle autorità competenti.

Spero si possa dare giusta solidarietà e accoglienza a queste persone che una politica miope e ingiusta di immigrazione incontrollata ha costretto a vivere sotto teli di plastica in mezzo ad un campo abbandonato.

Una politica che nel marcio degli interessi privati, ingiusti ma legalizzati, ha tratto enorme profitto da queste situazioni di degrado.

Sono curioso ma spaventato di capire come vivono queste persone, chi sono, quale sarà il loro futuro.

Sono curioso, ma spaventato di dover scoprire che per assicurare loro dei diritti ne verranno probabilmente tolti altrettanti a italiani che sempre più si trovano in difficoltà dopo una vita di lavoro e tasse pagate.

Sono curioso ma spaventato che nessuno abbia finora detto una parola o mosso un dito.

Spero che chi è alla guida di questo paese inverta presto la rotta che ci sta portando verso gli scogli.

Fratelli d’Italia Viterbo
Il portavoce comunale Paolo Bozzi

Leggi l’articolo su TusciaWeb


0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.