In questi giorni notizie allarmanti ci raccontano di aumenti su tutti i fronti.

In realtà già dalle ultime fatture di luce e gas, molti di noi avranno potuto vedere aumenti significativi anche se i consumi sono rimasti costanti o, addirittura, diminuiti.

PERCHE’ ?

Dobbiamo capire innanzi tutto come è regolato il mercato dell’energia, sia se siamo nel Mercato Libero che se siamo ancora rimasti nel Mercato Vincolato (Servizio Elettrico Nazionale).

L’energia è regolato da una borsa valori il cui indice di riferimento per l’Italia è il PUN (Prezzo Unico Nazionale) che è il prezzo che giorno per giorno dipende sostanzialmente da quanta energia chiediamo al sistema. Più ne chiediamo più il costo aumenta. Per semplificare considerate che il PUN sia il prezzo all’ingrosso della luce.

Per il GAS il discorso è molto simile e l’indicatore si chiama CMEM. Le due cose sono legate in quanto la gran parte dell’energia elettrica in Italia si produce bruciando Gas Metano. Questo spiega perché normalmente la luce costa di più in inverno che in estate.

Cosa ha comportato il COVID e specialmente il primo lockdown ? La paralisi totale di moltissime attività economiche che, non chiedendo più energia al sistema, ha fatto crollare il prezzo dell’energia fino a raggiungere circa 2 centesimi di Euro.

Ora le attività hanno ripreso, non sono all’orizzonte ulteriori lockdown, ed il mercato sta chiedendo quantità importanti di risorse. Nonostante sia estate, periodo normalmente di “bassa”, il prezzo è improvvisamente impennato superando 14 centesimi di euro !!!

Cosa cambia per le nostre fatture ? DIPENDE !

Se abbiamo un contratto a prezzo fisso possiamo stare più sereni ma vigiliamo comunque sulla tariffa applicata e sulla scadenza di tale tariffa.

Se abbiamo un contratto PUN o INDEX (contratti a prezzo fisso con quota variabile agganciata al PUN) valutiamo quanto prima una alternativa dal proprio gestore (non tutti permettono il cambio offerta) o da altri.

Come già detto il PUN è influenzato pesantemente dal prezzo del GAS. Oltre ad essere una modalità inquinante, non economica, non rinnovabile e non tutelante della nostra salute, una produzione di energia di questa natura è fortemente dipendente dalle politiche estere e nazionali in quanto la quasi totalità del gas è importata dall’estero !!

Cosa possiamo fare tutti noi ?

Scegliere fonti energetiche più “locali” e sostanzialmente molto più economiche a lungo termine. Vero è che i grandi impianti fotovoltaici ed i parchi eolici hanno un costo di impianto importante, ma l’energia che se ne produce, oltre alla fonte idroelettrica di cui siamo maestri nel mondo, è illimitata, pulita e gratuita.

Come possiamo noi utenti cambiare le regole del mercato ? Scegliendo operatori che usano esclusivamente energia rinnovabile al 100% ed aziende che siano Italiane al 100%.

Avere o trovare un consulente di fiducia, inoltre, che può verificare eventuali sprechi di energia o consigliarci su come ottimizzare e produrre parte dell’energia che consumiamo è una risorsa fondamentale per arginare questi aumenti. Spesso gli investimenti si ripagano da soli in breve tempo.

Questa è una grande opportunità che abbiamo nelle nostre mani !! Cogliamola !!

Una piccola rassegna delle informazioni apparse questi giorni :

– https://tg24.sky.it/economia/2021/09/13/aumento-bolletta-luce-cingolani
– https://www.today.it/economia/aumenti-bollette-luce-gas-ottobre-2021.html
– https://www.today.it/economia/bollette-aumento-cingolani-ultime-notizie-oggi.html
– https://www.arera.it/it/com_stampa/21/210701.htm
– https://www.mercatoelettrico.org/it/Statistiche/ME/DatiSintesi.aspx

Vuoi saperne di più o un consiglio per tenere la tua bolletta sotto controllo ?

Scrivimi !


0 commenti

Lascia un commento

Segnaposto per l'avatar

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.